Disabilità

Turismo accessibile: cos’è e cosa sapere

Il turismo accessibile è un termine utilizzato per descrivere la pratica di rendere accessibili alle persone con disabilità i servizi, le attrazioni e tutto ciò che è legato ai viaggi. Può essere usato per riferirsi a qualsiasi attività progettata per soddisfare le esigenze delle persone con disabilità, compresa l’accessibilità fisica, la garanzia di accesso alle informazioni, alla comunicazione e all’interazione, l’accesso all’ambiente e l’accessibilità culturale. Può anche riferirsi a pratiche e strutture specificamente progettate per le persone con disabilità, come un design accessibile alle sedie a rotelle o opzioni di trasporto accessibili.

Cosa sapere sul turismo accessibile

Il turismo accessibile può assumere diverse forme e può includere il miglioramento dell’accessibilità di hotel, edifici pubblici o altre strutture, l’apporto di modifiche strutturali ai sistemi di guida (ad esempio, gli ascensori), l’aggiunta di caratteristiche come rampe o ascensori e la fornitura di opzioni di trasporto accessibili.

Può anche comprendere sforzi per rendere le destinazioni più accoglienti per le persone con disabilità, aumentando la consapevolezza dei problemi legati alla medesima (e dunque sensibilizzando i cittadini in merito), migliorando le sistemazioni per le persone con disabilità e riducendo le barriere architettoniche che possono impedire l’accesso ai siti. Può anche includere attività come l’advocacy che promuovono l’inclusione della disabilità nella società. Indubbiamente, questa tipologia di turismo può contribuire a rendere le esperienze di viaggio più piacevoli per tutte le persone. Senza limiti.

Vacanze e disabilità: come organizzarsi?

Per ottenere il massimo da una vacanza, è necessario pianificare in anticipo, ma non solo. In particolare, per i disabili, è fondamentale controllare la struttura ricettiva, oltre al luogo, ai servizi accessibili e tanto altro. Lo stesso concetto si applica ai ristoranti, se sono o meno accessibili con la sedia a rotelle, e ugualmente le attrazioni.

Quando si tratta di viaggiare, assicuratevi di controllare le strutture ricettive per disabili. Forse sono più difficili da trovare, ma ne vale la pena, perché in questo modo si previene qualsiasi problema. Ci sono anche alcune cose che si possono fare per rendere il viaggio più facile per tutti. Per esempio, scegliere dei posti che hanno abbracciato la filosofia del turismo accessibile.

Le caratteristiche delle strutture ricettive per disabili

Quali sono gli accorgimenti che gli hotel e gli alberghi per disabili dovrebbero assolutamente avere? Per esempio, le modifiche all’ambiente che consentono alle persone con disabilità di vivere in modo più indipendente. Possono includere rampe per sedie a rotelle, campanelli, maniglioni e altre modifiche che rendono più facile la deambulazione nell’ambiente circostante.

Nel tentativo di rendere la vita più facile alle persone con disabilità, anche le strutture ricettive sono tenute a fare delle modifiche per i clienti che hanno bisogno di assistenza. Esistono regole speciali per garantire che i disabili ricevano il miglior servizio possibile.

Queste regole includono l’assicurazione che i dipendenti abbiano ricevuto una formazione in materia di disabilità, la garanzia che sia disponibile un parcheggio accessibile e l’attenzione a non creare barriere architettoniche che impediscano ai clienti disabili di ottenere ciò di cui hanno bisogno.

Gli accorgimenti possono essere semplici come la sostituzione di un interruttore della luce o complessi come l’installazione di una rampa all’ingresso di un edificio. Il punto è rendere la vacanza più accessibile a chi ha bisogno di supporto per vivere in modo indipendente.

Check Also
Close
Back to top button